Posts tagged azione

Azione di Greenpeace contro il nucleare

Incursione di Greenpeace ieri al Lido di Venezia. Armati di ombrelloni gialli e striscioni, gli attivisti hanno composto sulla spiaggia un’ enorme scritta “NO AL NUCLEARE”, recandosi successivamente ad incontrare il governatore regionale Zaia; poichè c’è la possibilità di una riapertura di un sito nucleare in provincia di Rovigo, la delegazione ha ricordato all’esponente leghista il suo impegno nella passata campagna elettorale a non riaprire centrali sul suo territorio.

Leave a comment »

Una balena spiaggiata… a piazza di Spagna!

In occasione dell’apertura della 62° riunione della Commissione Baleniera Internazionale (IWC) lo scorso 21 giugno ad Agadir in Marocco, Greepeace Italia si è resa protagonista di una spettacolare iniziativa. Sulle scalinate di Piazza di Spagna quella mattina è apparso un’enorme cetaceo arenato. “Le balene non sono in vendita” recitavano gli striscioni inalberati dagli attivisti; nel mirino, gli accordi che permetteranno ad alcuni paesi (capofila Norvegia, Giappone e Islanda) di continuare a cacciare le balene. Come temeva Greepeace, il vertice ha mantenuto lo status quo. Ma c’è da giurare che gli attivisti non molleranno, e molte altre balene, chissà dove, presto appariranno.

Leave a comment »

Azioni Web Vs. British Petroleum

Siamo ormai a un mese dall’inizio del disastro ambientale nel Golfo del Messico, e le cose vanno sempre peggio: altri morti, altri guai, le perdite che non si fermano. Non si tratta naturalmente di un caso isolato: basti pensare che ogni anno nel solo delta del Niger viene dispersa una quantità equivalente di greggio.  La colpa in questo caso è di un’altra delle sette sorelle, la Shell, con la partecipazione dell’italianissima Agip (fonte: Internazionale). Ora invece la grande accusata è la British Petroleum, multinazionale energetica fra le protagoniste delle trivellazioni sui fondali marini. Tra il coro di proteste di queste settimane, vi segnalo due fra le iniziative online più interessanti. La prima viene da Greenpeace, che ha indetto un concorso per ripensare il marchio di Bp – naturalmente, le proposte non sono tenere con la multinazionale, come potete vedere qui. La seconda è un semplice plugin per Firefox, ma altamente spettacolare: basta scaricarlo, e da lì in avanti ogni volta vi imbatterete sul web nelle parole “Bp”, “British Petroleum” o simili, esse comincerenno letteralmente a gocciolare “petrolio virtuale” nella pagina. Una maniera per non scordarsi mai le conseguenze di ciò che fanno queste imprese. Ideato dai cretivi americani di jess3, potete scaricarlo direttamente da qui.

Leave a comment »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: