Archive for video game

Angry Birds (& Mighty Eagle) VS Three Little Pigs

Premessa: fino a poco tempo fa avevo un “dumbphone”, ovvero uno di quei cellulari la cui funzionalità più avanzata è una sveglia, per giunta fastidiosissima. Ora che gli smartphone sono arrivati anche qui nella jungla, è praticamente impossibile ignorare alcuni fenomeni. Come il fortunatissimo videogame “Angry Birds” per esempio. Se non lo conoscete non c’è problema. Nemmeno mia nonna ha mai visto i Simpson, e continua a mangiare banane, sana come sempre. Ma torniamo ai nostri pennuti. Vi basti sapere 1. che si tratta di incazzosissimi uccellini da lanciare contro edifici da far crollare, 2. è uno dei videogames più scaricati al mondo con oltre 50 milioni di download dal 2009, 3. è disponibile sulle piattaforme mobile per 0,99 $ e 4. per portare a termine missioni particolarmente impegnative è possibile pagare per disporre di un’arma più potente, la Mighty Eagle.

Vi racconto questi dettagli solo perchè sono particolarmente importanti per capire il successo del video di Egor Zhgun, un utente YouTube russo che utilizzando la grafica di AngryBirds, e adattandola alla situazione politica nordafricana, in una settimana ha superato il milione di views, ed è apparso sui principali network informativi. Forse stavolta non basterà la fede calcistica votata al Foggia a salvare Gheddafi da un finale amaro. Perchè? Scopritelo qui.

Leave a comment »

Hey maccaroni… help Silvio and add your score!

Ok jungla, volevo scrivere un bel post denso. E invece mi son ritrovato con la scimmia (perdonatemi questi giovanilismi e gli stupidi giochi di parole… sono pur sempre uno stupidissimo gorilla) del gioco. Fatto sta che quando inserisci un contenuto virale come la situazione giudiziaria del premier Silvio Berlusconi, in un contenitore come quello del videogioco, si scatenano le peggiori fantasie e le migliori energie. Berl’s Big Perv è registrato a nome di un certo Tom Ormes, lo stesso nome del direttore creativo di Iris – Singapore: un caso? Probabilmente sì. Ma intanto vi consiglio di prepararvi a coprire di cospicue “mazzette” le amanti del premier e schivare i loro colpi. Come Space Invaders… ma più bunga bunga. E levatevi quel ghigno dal viso che non c’è niente da ridere.

Leave a comment »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: